Sostegno a Distanza [ Home ]
Versione Spagnola
English Version

 

Chi Siamo
Avsi Italia
Tende
Sostegno a Distanza
Cooperazione Decentrata
Avvenimenti
Come aiutarci






        

 

Il SOSTEGNO A DISTANZA NON FINISCE QUI

Al momento dell’adesione il sostenitore riceve la documentazione iniziale sul bambino e sull’ambiente in cui vive. Il bambino sostenuto ha cioŔ da subito un volto e un nome preciso. In qualche modo, possiamo dire che avviene un incontro.
Se il bambino Ŕ il primo destinatario del nostro aiuto, il bambino non Ŕ per˛ un essere isolato. Vive in un contesto, in una famiglia, in una comunitÓ, in una cittÓ o in un villaggio, in un paese. Conoscere meglio la realtÓ in cui il bambino vive significa conoscere un po’ meglio anche lui, i problemi che lui e tanti altri bambini e adulti che vivono la sua stessa situazione si trovano ad affrontare. Conoscere i problemi dei paesi pi¨ poveri del mondo, di cui spesso tanto si parla ma di cui in realtÓ si sa generalmente assai poco, significa essergli pi¨ vicino. Per questo, insieme alle notizie sul bambino, i nostri coordinatori inviano periodicamente anche informazioni sul paese e sulle attivitÓ che vengono svolte all’interno del progetto.
Le persone che sul posto si occupano di lui, si impegnano a far pervenire due volte all’anno notizie che lo riguardano: una letterina, un disegno, un aggiornamento sul suo andamento scolastico o sulla sua situazione familiare. Gli scritti saranno spesso brevi e semplici e i motivi possono essere diversi: la scrittura non fa parte della cultura di tanti paesi, per i “nostri” bambini spesso frequentare la scuola Ŕ molto faticoso, l’etÓ anagrafica non sempre coincide con la classe frequentata, molti bambini non sono in grado di scrivere messaggi molto lunghi, perci˛ a volte vengono aiutati nella scrittura delle lettere. Ma i nostri coordinatori ci assicurano che per loro Ŕ giÓ un grande sforzo – ma anche una grande soddisfazione – poter inviare queste comunicazioni. Si chiede comunque comprensione, perchÚ non Ŕ sempre possibile essere puntuali. Alcuni bambini o ragazzi non sanno – o non sanno ancora – scrivere. In alcuni Paesi Ŕ difficile sviluppare le foto, l’isolamento di certe zone o le difficoltÓ negli spostamenti creano spesso problemi ai coordinatori nella raccolta della corrispondenza. I piccoli ostacoli che possono determinare il ritardo sono davvero di ogni tipo. Col passare del tempo, discretamente, quel bambino, col suo volto e il suo nome, con i suoi problemi e i suoi progressi, entra nella nostra casa, cosý come noi siamo entrati nella sua.
La decisione affettuosa di partecipare alla sua vita, ha reso possibile un abbraccio senza confini. E c’Ŕ di pi¨. Conoscere meglio il bambino sostenuto, la realtÓ in cui vive e le persone che attraverso AVSI si occupano di lui pu˛ diventare anche un’occasione per conoscere meglio se stessi.

 

 

AVSI Bergamo Tel. 342.00.91.314 - E-mail: avsi.bergamo@tiscali.it